Colli Euganei Experience Dove l’acqua sgorga dal fuoco

🇮🇹 🎈Euganeità è la parola che riassume il week end del 3-4 settembre 2021. Euganeità è un valore, un modo d’essere e di vivere autentico che ho percepito, soprattutto, attraverso ogni singolo calice di vino che ho gelosamente sorseggiato.

Colli Euganei sono un comprensorio montuoso, frutto di eruzioni laviche sottomarine di milioni di anni fa, che si mostra nitidamente nel cuore della pianura veneta con le sue distintive cime coniche. I comuni che fanno parte del territorio sono quindici: Abano Terme, Arquà Petrarca, Baone, Battaglia Terme, Cervarese Santa Croce, Cinto Euganeo, Este, Galzignano Terme, Lozzo Atestino, Monselice, Montegrotto Terme, Rovolon, Teolo, Torreglia e Vo’ Euganeo.
I Colli sono divisi tra terreni calcarei e terreni vulcanici, il clima è variegato e le stagioni si alternano con autunni freschi e piovosi, inverni non eccessivamente rigidi ed estati calde. Una caratteristica importante è la forte ventilazione.

La vite fa parte dei Colli Euganei da sempre ed il 🍇 Serprino, biotipo del Glera, è presente da tempo immemore sui Colli Euganei. Il Moscato, varietà bianco (prevalente) e moscato giallo, è uno dei vitigni più rappresentativi dei Colli. Tra i vitigni tradizionali troviamo gli ‘internazioni’: Merlot, Carmenere, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc.

Le aziende vinicole sono principalmente piccole a condizione familiare ed ideologicamente quelle a nord si concentrano maggiormente sui vini bianchi mentre quelle a sud sui vini rossi di taglio bordolese.

San Nazario 

Si trova a Cortelà di Vo’, comprende 10 ettari vitati più 12 ettari ad 1 km. Non vi dimenticherete mai delle loro artistiche etichette.

  • Serprino frizzante ‘20 Raccolta in cassetta, seconda fermentazione in autoclave con lieviti selezionati.
  • Dulcamara ‘20 Sauvignon 70% e Garganega 30%. Giallo paglierino con riflessi verdolini. Mango, pesca, banana, melone, salvia, menta. Corposa aromaticità, freschezza e sapidità, molto persistente.
  • Prà dei mistri ‘18 Selezione in vigna e fermentazione lieviti naturali. Tonneaux di primo passaggio. Prugna, ciliegia, viola, peperone verde, liquirizia e pelle. In bocca fruttato e fresco, un vino in divenire.

Alla Costiera

Piccola realtà dei Colli Euganei biologica da 20 anni che produce il vino come lo facevano i nonni. 25 ettari vitati su marna calcarea e terreno vulcanico.

  • Rosa ‘20 Raboso veronese di circa 20 anni rifermentato in bottiglia. Vendemmia precoce.
  • Trachite bianco ‘20 Moscato bianco 70%, Pinella 20% e moscato bianco 10%. Macerazione 7 giorni sulle bucce. Giallo dorato. Fichi d’india, cemento, resina, fiori gialli.
  • Vianina 900 ‘19 Merlot. Affinamento 12 mesi in legno.

Monteversa

Monteversa è il nome di un colle situato in prossimità della laguna di Venezia e si trova su terreni calcareo argillosi.

  • Primaversa ‘18 Metodo ancestrale da Moscato giallo. Pompelmo e bergamotto. Agrumato e sapido, un sorso di sali minerali.
  • Tai ‘19 Friulano. Sei mesi di cemento. Mandorle bianche e agrumi. Fresco e sapido. Piacevole consistenza, lunga chiusura sapida.
  • Versacinto ‘18 Merlot e Cabernet Sauvignon. Legno nuovo e legno di secondo passaggio. Frutta rossa e leggermente vegetale. Ingresso importante e tannino presente.
  • Animaversa ‘16 Il Merlot affina in botte grande secondo passaggio mentre il Cabernet Sauvignon in botte piccola. Prugna scura, ciliegia nera, liquirizia e peperoni. Prepotente con tannino ben distribuito.

Tenuta Gambalonga

  • Jelmo ‘19 e ‘12

Azienda Agricola Reassi

Monte Madonna suolo vulcanico con strato argilla e limo.

  • Sparviere ‘18 Cabernet Sauvignon 70% con leggero appassimento e Cabernet Franc 30%. Cemento.
  • Tre frazioni ‘16 Cabernet Sauvignon 70%, Merlot 20% e Cabernet Franc 10% . Affina 12 messi in legno rovere francese. Una freschezza ed un’eleganza disarmante.

Quota 101

Azienda biologica certificata dal 2008 ed una delle poche in Italia ad essere certificata Casa Clima Wine. 20 ettari, di cui 8 ettari vitati, aiutano allo sviluppo della biodiversità. A 101 mslm le foglie sono costantemente cullate dal vento.

  • Manzoni bianco ‘19 (clone di Pinot Bianco e Riesling) Pera, pesca, biancospino e camomilla. Al sorso la grassezza iniziale, lascia spazio a freschezza e sapidità; lungo e fruttato il finale.
  • Ortone ‘16 Merlot 50%, Cabernet Franc e Sauvignon 50%. Affinamento in barrique e tonneaux per 20 mesi, 1 anno in bottiglia.
  • Il gelso di Lapo ‘16 Mandorla, miele, caramelle, erbe aromatiche e rosmarino. Voluminoso ed equilibrato.

Il Pianzio

12 ettari vitati marnosi e ricchi di scaglia rossa a sud est dei Colli dove le forti escursioni valorizzano l’aromaticità dei vini.

  • Serprino frizzante ‘20 Fiori bianchi ed erbette aromatiche. Vino semplice e piacevole, sapido al punto giusto.
  • Colli Euganei Rosso ‘18 Affinamento in cemento per circa 1 anno e 1 bottiglia. Frutta rossa, pomodoro e peperone. Spiccata acidità e fresco con tannini integrati.

Vigna al Colle

10 ettari a Nord dei Colli su terreno argilloso. 

  • Passo delle Streghe ‘19 Moscato secco con 3 giorni di macerazione. Rosa canina e lavanda. Sapido e minerale.
  • Poggio alle Setole ‘18 Merlot. Circa 12 mesi in legno usato. Frutta rossa croccante, carruba e grafite. Stuzzica il palato con equilibrio; tannino ben integrato.

Ringrazio Vini Euganei nella persona di Lisa, Fabio, Francesco e Giacomo per l’impeccabile organizzazione che ci ha portato a scoprire l’euganeità dal punto di vista enologico, gastronomica, storico e paesaggistico.

🎈Hai mai visitato i Colli Euganei❓

🇬🇧 🎈 Euganeità is the word that sums up the weekend of 3-4 September 2021. Euganeity is a value, a way of being and of living authentic that I perceived, above all, through every single glass of wine that I jealously sipped. 

The Euganean Hills are a mountainous area, the result of underwater lava eruptions millions of years ago, which is clearly shown in the heart of the Venetian plain with its distinctive conical peaks. There are fifteen municipalities: Abano Terme, Arquà Petrarca, Baone, Battaglia Terme, Cervarese Santa Croce, Cinto Euganeo, Este, Galzignano Terme, Lozzo Atestino, Monselice, Montegrotto Terme, Rovolon, Teolo, Torreglia and Vo’ Euganeo.
The hills are divided between calcareous soils and volcanic soils, the climate is varied and the seasons alternate with cool and rainy autumns, mild winters and hot summers. An important feature is the strong ventilation.

Thanks to Vini Euganei in the person of Lisa, Fabio, Francesco and Giacomo for the impeccable organization that led us to discover the euganeità from the oenological, gastronomic, historical and landscape point of view.

The vine has always been part of the Euganean Hills and the 🍇Serprino, biotype of Glera, has been present since time immemorial in the Euganean Hills.  Moscato, a white (prevalent) and yellow muscat variety, is one of the most representative varieties of the Colli. Among the traditional varieties we find the ‘internazioni’: Merlot, Carmenere, Cabernet Sauvignon and Cabernet Franc.

San Nazario 

It is located in Cortelà di Vo’, includes 10 hectares of vineyards plus 12 hectares to 1 km. You will never forget their artistic labels.

  • Serprino frizzante ‘20 Collected in crate, second fermentation in autoclave with selected yeasts.
  • Dulcamara ‘20 Sauvignon 70% and Garganega 30%. Straw yellow with green reflections. Mango, peach, banana, melon, sage, mint. Full-bodied aroma, freshness and flavor, very persistent.
  • Prà dei mistri ‘18 Selection in vineyard and fermentation natural yeasts. Tonneaux first pass. Plum, cherry, violet, green pepper, licorice and skin. In the mouth fruity and fresh, a wine in the making.

Alla Costiera

Small reality of the Euganean Hills organic for 20 years that produces wine as did grandparents. 25 hectares of vineyards on calcareous marl and volcanic soil.

  • Rosa ‘20 Raboso veronese about 20 years old refermented in bottle. Early harvest.
  • Trachite bianco ‘20 Moscato bianco 70%, Pinella 20% and Moscato bianco 10%. Maceration 7 days on the skins. Golden yellow. Prickly pears, cement, resin, yellow flowers.
  • Vianina 900 ‘19 Merlot. Aging 12 months in wood.

Monteversa

Monteversa is the name of a hill located near the lagoon of Venice and is located on clayey limestone soils.

  • Primaversa ‘18 Pet Nat from Moscato giallo. Grapefruit and bergamot. Citrus and savory, a sip of mineral salts.
  • Tai ‘19 Friulano. six months of cement. White almonds and citrus fruits. Fresh and savory. Pleasant texture, long flavor.
  • Versacinto ‘18 Merlot and Cabernet Sauvignon. New wood and second passage wood. Red and slightly vegetal fruit. Important entrance and tannin present.
  • Animaversa ‘16 Merlot ages in large cask second passage while Cabernet Sauvignon in small cask. Dark plum, black cherry, licorice and peppers. Overbearing with well distributed tannins.

Tenuta Gambalonga

  • Jelmo ‘19 and ‘12

Azienda Agricola Reassi

Monte Madonna, volcanic soil with clay and silt layer.

  • Sparviere ‘18 Cabernet Sauvignon 70% with slight withering and Cabernet Franc 30%. Cement.
  • Tre frazioni ‘16 Cabernet Sauvignon 70%, Merlot 20% and Cabernet Franc 10% . Ageing 12 months in French oak wood. A freshness and a disarming elegance.

Quota 101

Certified organic farm since 2008 and one of the few in Italy to be certified Casa Clima Wine. 20 hectares, of which 8 hectares of vineyards, help the development of biodiversity. At 101 mslm the leaves are constantly lulled by the wind.

  • Manzoni bianco ‘19 (clone of Pinot White and Riesling). Pear, peach, hawthorn and chamomile. At the sip the initial fat, leaves room for freshness and flavor; the finish is long and fruity.
  • Ortone ‘16 Merlot 50%, Cabernet Franc and Sauvignon 50%. Aging in barrique and tonneaux for 20 months, 1 year in bottle.
  • Il gelso di Lapo ‘16 Almond, honey, candies, herbs and rosemary. Voluminous and balanced.

Il Pianzio

12 hectares of marly vineyards and rich in red flakes to the southeast of the Hills where the strong excursions enhance the aroma of wines.

  • Serprino frizzante ‘20 White flowers and aromatic herbs. Simple and pleasant wine, savory to the right point.
  • Colli Euganei Rosso ‘18 Aging in cement for about 1 year and 1 bottle. Red fruit, tomato and bell pepper. Strong acidity and fresh with integrated tannins.

Vigna al Colle

10 hectares north of the hills on clay soil.

  • Passo delle Streghe ‘19 Dry Moscato with 3 days of maceration. Rosehip and lavender. Sapid and mineral.
  • Poggio alle Setole ‘18 Merlot. About 12 months in used wood. Crispy red fruit, carob and graphite. Teases the palate with balance; tannin well integrated.

Thanks to Vini Euganei in the person of Lisa, Fabio, Francesco and Giacomo for the impeccable organization that led us to discover the euganeità from the oenological, gastronomic, historical and landscape point of view.

🎈Have you visited Colli Euganei❓

(Visited 69 times, 4 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *